biografia

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Nato a Treia nel 1972, ha studiato architettura presso l’Università degli Studi di Firenze.

Dal 1999 svolge l’attività di libero professionista nel settore dell’architettura d’interni, del design e della grafica; si occupa di ricerche storiche, in particolare nel campo dell’architettura, della fotografia e delle arti figurative. Musicista dilettante.

Nel 1995 presenta al V Seminario di architettura e di cultura urbana dell’ Università di Camerino sul tema “L’ architettura degli spazi pubblici” il progetto di ricostruzione dell’ Arena per il Gioco del Pallone con il Bracciale a Treia, redatto insieme a Fabrizio Milesi.

Dal 1996 collabora stabilmente alla pubblicazione dell’opera: Castelli, rocche, torri, cinte fortificate delle Marche (curata da M. Mauro); nei quattro volumi a cui ha contribuito si occupa in particolare del tema dei Mulini Fortificati. Queste ricerche sono state presentate anche in numerose conferenze in diverse località delle Marche.

Nel 1999 collabora al progetto di restauro del Mulino Fortificato di Passo di Treia.

Nel 1999 pubblica il breve saggio “La rocca virtuale. Ricostruzioni reali e virtuali” in M. Mauro, La Rocca di Ravenna (Adriapress, Ravenna). Il testo è accompagnato da una serie di tavole con la rappresentazione di un modello digitale della fortificazione ricostruita. (L’utilizzo di tecniche computerizzate affianca sempre tutte le ricerche storiche).

Nel 1999, in collaborazione con Fabrizio Milesi, realizza lo show room Assisiluce ad Assisi (PG) cimentandosi col tema di esporre apparecchi luminosi sia decorativi che tecnici in un ambiente di circa 300 mq. Nello stesso anno porta a conclusione il mio primo interno residenziale, che segnerà l’inizio di una serie di altre realizzazioni nel settore. Alla progettazione dello spazio unisce la progettazione grafica, con lavori di carattere sia istituzionale che pubblicitario per aziende e privati.

Negli ultimi anni si dedica anche al design, progettando e realizzando (ad oggi solo in forma di prototipi) una serie di oggetti: mobili, lampade e attrezzature per il bagno, in parte anche utilizzati nei suoi interni. A marzo 2003, nell’ambito di Expocasa presso Umbriafiere di Bastia Umbra, in collaborazione con Fabrizio Milesi presenta in anteprima il marchio URFORMEN (forme originarie).

Esegue la progettazione dello stand fieristico Aquileia Mosaics per il Cersaie 2004 (Bolognafiere).

Nel 2005 cura la pubblicazione del libro fotografico Treia, immagini dal territorio ed insieme ad Ivano Palmucci, nell’ambito delle attività dell’Archeoclub d’Italia, la mostra fotografico-documentaria Passo di Treia…intorno al ponte.

Nel 2006 è tra i promotori del progetto “Luigi Lanzi 2010” per le celebrazioni del bicentenario della morte dell’abate Lanzi (Treia, 1732 – Firenze, 1810).

È tra i fondatori, nel 2009, del Centro studi “Carlo Balelli” per la Storia della Fotografia, con sede a Macerata.

Nel 2011 effettua la digitalizzazione dell’intero Fondo Pergamenaceo del Comune di Treia conservato presso l’Accademia Georgica e cura il progetto grafico del libro di Gabriele Cameranesi, Il teatro di Treia e il suo archivio.

Cura le attività editoriali dell’Archeo Luigi Lanzi di Treia e del Centro Studi Balelli.

 

 

Pubblicazioni, Mostre, Conferenze

Nessun commento

Sorry, the comment form is closed at this time.

Cersaie 2017 – Grandinetti

 

 

Bolognafiere/Cesaie 2017

25 – 29 settembre  2017


SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

Fragmenta

Piccoli gesti provenienti dal passato,
materiali plasmati dalla natura
che diventano scaglie di memoria.
Vedere le cose da un diverso punto di vista
può cambiarne dimensione, aspetto, colore e forma:
un frammento è una vita o una manciata di secondi,
è un sasso o un intero continente.
Parti di storia e di sapere,
tradizione ed innovazione,
tecnologia ed arte
racchiusi in “Fragmenta”

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

Casa A – Macerata

img_1305-copia

progetto d’interno – in fase di ultimazione

 

SalvaSalva

SalvaSalva

Appartamento D – Ancona

SMVstudio Concert Hall #08

Appartamento M – Macerata

img_0913

Il volume vetrato della biblioteca attorno al quale si organizza tutta la zona giorno dell’appartamento

SalvaSalva

SalvaSalva

“Obiettivo sul fronte” Palazzo Ducale di Modena

OBIETTIVO SUL FRONTE. Carlo Balelli fotografo nella Grande Guerra

Modena, Palazzo Ducale sede dell’Accademia Militare 8 dicembre 2016 – 31 gennaio 2017

mostra fotografica promossa da:
ACCADEMIA MILITARE DI MODENA
ANMIG – MODENA

con il patrocinio di: COMUNE DI MODENA

a cura di: CENTRO STUDI CARLO BALELLI – MACERATA

in collaborazione con: BIBLIOTECA COMUNALE “MOZZI BORGETTI” MACERATA, BIBLIOTECA STATALE DI MACERATA

con il sostegno di: FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI MODENA MACERATI, BPER BANCA, DSV, GRANDINETTI

ideazione e cura della mostra: Emanuela Balelli, Nicola di Monte, Ivano Palmucci, Giuseppe Trivellini

promozione e comunicazione: Mediagroup98, Modena

allestimento / progettazione e direzione lavori: Giuseppe Trivellini

installazioni video: Mentezero associazione culturale, Carlo Gioventù, Biancamaria Mori

collaboratori: Angelo Biagiola, Sara Lazar, Andrea Mozzoni

coordinamento editoriale del catalogo: Giuseppe Trivellini
progetto grafico: SMVstudio, Treia

SalvaSalva

“Obiettivo sul fronte. Carlo Balelli fotografo nella Grande Guerra”

SalvaSalva

SMVstudio Concert Hall #07

Cersaie 2016 – Grandinetti