mostra fotografica

OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OBIETTIVO SUL FRONTE. Carlo Balelli e le squadre fotografiche militari nella Grande Guerra

 

 

MACERATA, spazi Ex Upim 23 maggio – 28 giugno 2015 (prorogata fino al 31 agosto 2015)

 

 

All’iniziativa è stata conferita la “Medaglia di rappresentanza” del Presidente della Repubblica Italiana

 

 

con il patrocinio di

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Prefettura – Ufficio territoriale del Governo di Macerata

 

promossa da

Centro Studi Carlo Balelli per la storia della fotografia

 

in collaborazione con

Biblioteca Comunale “Mozzi Borgetti” di Macerata

Biblioteca Statale di Macerata

 

con il contributo di

Regione Marche

Comune di Macerata

Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra – sezione di Macerata

 

enti collaboratori

Accademia di Belle Arti – Macerata

Università degli Studi di Macerata

Università degli Studi di Camerino

Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea – Macerata

Sistema Museale della Provincia di Macerata

 

ideazione e cura della mostra

Emanuela Balelli, Nicola di Monte, Ivano Palmucci, Giuseppe Trivellini

 

comitato promotore

Emanuela Balelli, Roberto Fulvio Besana, Nicola di Monte, Donatella Donati, Alessandra Sfrappini, Stefania Monteverde, Gilda Coacci, Paola Taddei, Roberto Perna, Annalisa Cegna, Ivano Palmucci, Giuseppe Trivellini, Angelo Ventrone

 

cura del catalogo

Emanuela Balelli, Gabriele D’Autilia, Nicola di Monte, Giuseppe Trivellini

 

comitato scientifico

Emanuela Balelli (Centro Studi Balelli), Roberto Fulvio Besana (Biblioteca Statale Macerata), Annalisa Cegna (ISREC – Macerata), Daniele Diotallevi (già Soprintendenza Beni storici artistici delle Marche), Gabriele D’Autilia (Università di Teramo), Paolo Giovannini (Università di Camerino), Maria Luisa Palmucci (Biblioteca Statale Macerata), Alberto Pellegrino (Centro Studi Balelli), Carlo Pongetti (Università di Macerata), Alessandra Sfrappini (Biblioteca Comunale Macerata), Giuseppe Trivellini (Centro Studi Balelli), Angelo Ventrone (Università di Macerata)

 

collaboratori

Giovanni Liverotti, Renato Pagliari, Massimiliano Pavoni, Giuliano Sanseverinati, Eleonora Sarti, Vittorio Zazzaretta

 

 

 

Organizzazione generale

coordinamento    Emanuela Balelli, Angelo Biagiola, Nicola di Monte, Ivano Palmucci, Giuseppe Trivellini

responsabili dei progetti didattici    Gabriele Cingolani, Ivano Palmucci

collaboratori ai progetti didattici    Maurizio Coccia, Ivana Schiaffi

promozione, comunicazione    SMVstudio

ufficio stampa    Chiara Sentimenti

segreteria amministrativa    Luciana Andrenelli

 

 

 

Allestimento

progettazione e direzione lavori    Giuseppe Trivellini

progetto illuminotecnico    Piergiorgio Capparucci

installazioni interattive    Mentezero associazione culturale, Carlo Gioventù, Biancamaria Mori

video e multimedia    Lucia Ilari, Matteo Ciucci, Leonardo Maffei

collaboratori    Angelo Biagiola, Luciano Borgiani

 

Nessun commento

Sorry, the comment form is closed at this time.

Casa P – Pollenza


custom design / sedute

Mario Capponi / monografia

Giuseppe Trivellini, Mario Capponi e il confine tra arte e artigianato, in Mario Capponi (1937-2005) artista artigiano, a cura di Loretta Fabrizi, Pollenza, 2021, pp. 45-47.

Appartamento F – Sarnano

in progress

Palazzo Cortesi – Macerata

restauro / in progress

Casa P – Castelfidardo

in progress

La nef – Ancona

in progress

Mostra fotografica “Carlo Balelli e il lavoro nel primo novecento. Una storia fotografica”

Abbadia di Fiastra (Tolentino), 12 settembre 2020 – 10 gennaio 2021

Casa F – Porto Recanati

Domus 1030

Fragmenta su Domus 1030 – dicembre 2018

“Presentata al Cersaie 2017, e poi esplorata a fondo nell’edizione 2018, la collezione Fragmenta di Grandinetti mescola la tradizione della graniglia, la naturalità dei marmi e l’artigianalità del processo produttivo e creativo. Im- piegando una maggiore percentuale d’inerti di media granulometria rispetto alla tradizionale marmetta, la finitura che ne risulta è pregiata e resistente, adatta sia per pavimentazioni, sia per elementi decorativi di design e d’arredo. Cinque finiture, 10 tonalità, e 13 diversi inserti marmorei ne fanno infine una collezione estremamente eclettica e personalizzabile.

Obiettivo sul fronte – Abbadia di Fiastra