“Obiettivo sul fronte” Palazzo Ducale di Modena

OBIETTIVO SUL FRONTE. Carlo Balelli fotografo nella Grande Guerra

Modena, Palazzo Ducale sede dell’Accademia Militare 8 dicembre 2016 – 31 gennaio 2017

mostra fotografica promossa da:
ACCADEMIA MILITARE DI MODENA
ANMIG – MODENA

con il patrocinio di: COMUNE DI MODENA

a cura di: CENTRO STUDI CARLO BALELLI – MACERATA

in collaborazione con: BIBLIOTECA COMUNALE “MOZZI BORGETTI” MACERATA, BIBLIOTECA STATALE DI MACERATA

con il sostegno di: FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI MODENA MACERATI, BPER BANCA, DSV, GRANDINETTI

ideazione e cura della mostra: Emanuela Balelli, Nicola di Monte, Ivano Palmucci, Giuseppe Trivellini

promozione e comunicazione: Mediagroup98, Modena

allestimento / progettazione e direzione lavori: Giuseppe Trivellini

installazioni video: Mentezero associazione culturale, Carlo Gioventù, Biancamaria Mori

collaboratori: Angelo Biagiola, Sara Lazar, Andrea Mozzoni

coordinamento editoriale del catalogo: Giuseppe Trivellini
progetto grafico: SMVstudio, Treia

SalvaSalva

Nessun commento

Sorry, the comment form is closed at this time.

Casa P – Pollenza


custom design / sedute

Mario Capponi / monografia

Giuseppe Trivellini, Mario Capponi e il confine tra arte e artigianato, in Mario Capponi (1937-2005) artista artigiano, a cura di Loretta Fabrizi, Pollenza, 2021, pp. 45-47.

Appartamento F – Sarnano

in progress

Palazzo Cortesi – Macerata

restauro / in progress

Casa P – Castelfidardo

in progress

La nef – Ancona

in progress

Mostra fotografica “Carlo Balelli e il lavoro nel primo novecento. Una storia fotografica”

Abbadia di Fiastra (Tolentino), 12 settembre 2020 – 10 gennaio 2021

Casa F – Porto Recanati

Domus 1030

Fragmenta su Domus 1030 – dicembre 2018

“Presentata al Cersaie 2017, e poi esplorata a fondo nell’edizione 2018, la collezione Fragmenta di Grandinetti mescola la tradizione della graniglia, la naturalità dei marmi e l’artigianalità del processo produttivo e creativo. Im- piegando una maggiore percentuale d’inerti di media granulometria rispetto alla tradizionale marmetta, la finitura che ne risulta è pregiata e resistente, adatta sia per pavimentazioni, sia per elementi decorativi di design e d’arredo. Cinque finiture, 10 tonalità, e 13 diversi inserti marmorei ne fanno infine una collezione estremamente eclettica e personalizzabile.

Obiettivo sul fronte – Abbadia di Fiastra